Chi è il proprietario di MSC Crociere?

Fondata a Napoli nel 1989, MSC Crociere ha attualmente sede a Ginevra in Svizzera.

Come molti di voi sapranno, si è affermata come un marchio globale nelle crociere con ben 19 navi e circa 30.000 dipendenti.

Questa rapida crescita rende MSC Crociere come uno dei principali attori nell’industria delle crociere. In questo articolo approfondiremo i dettagli sulla proprietà e la storia di questa storica azienda.

La situazione attuale della compagnia

MSC Crociere è percepita come una compagnia per un pubblico leggermente più giovane rispetto alla media dei crocieristi.

Offre un’esperienza di bordo raffinata ma allo stesso tempo tranquilla, incentrata non solo sull’italianità ma anche sull’ospitalità europea, visto che i suoi principali mercati sono proprio l’Italia, la Spagna, la Germania e la Francia.

Negli ultimi anni, MSC Crociere sta ampliando anche la sua presenza negli Stati Uniti. Le nuove navi infatti sono sempre più presenti nei porti del Nord America.

Allo stesso tempo, la compagnia si propone come uno dei principali player nelle crociere di lusso con il segmento MSC Yacht Club.

Quest’area, disponibile su molte navi, offre servizi esclusivi, lounge private, ristoranti, zone benessere e un servizio maggiordomo.

Il fondatore

il proprietario di MSC Gianluigi Aponte

Il proprietario di MSC Crociere è il miliardario italiano Gianluigi Aponte insieme alla sua famiglia, che include la moglie Rafaela, la figlia Alexa e il figlio Diego.

Gianluigi Aponte, fondatore e presidente di MSC Crociere, ha un impressionante patrimonio netto di circa 17,7 miliardi di dollari che lo rendono una delle persone più ricche del mondo nell’industria marittima.

Il percorso di Gianluigi Aponte nell’industria marittima è iniziato nel 1970.

Partita con una nave da cargo tedesca di seconda mano, oggi Mediterranean Shipping Company, la società madre di MSC Crociere, vanta una flotta di 510 navi cargo ed è diventata la seconda compagnia di navigazione più grande al mondo per capacità delle navi.

Nel settore delle crociere, MSC occupa la quarta posizione per dimensioni, seguendo Carnival Corporation, Norwegian Cruise Line Holdings e Royal Caribbean Group.

Gianluigi Aponte ha lasciato il ruolo di CEO di MSC nel 2014, diventando presidente e continuando ad essere la persona che da sempre rappresenta l’azienda.

Chi è l’amministratore delegato di MSC Crociere?

Gianni Onorato l'amministratore delegato di MSC Crociere

Al momento l’amministratore delegato o CEO di MSC Crociere è Gianni Onorato. Persona di grande esperienza nel campo navale e che da oltre 30 anni lavora nel campo delle crociere.

Pensate che dal 2004 al 2013 ha ricoperto il ruolo di direttore generale di Costa Crociere.

Cosa vuol dire la sigla MSC?

Iscriviti gratis a Noi Crocieristi cliccando qui. Riceverai i nostri migliori consigli e le offerte esclusive sulle prossime partenze!

MSC vuol dire Mediterranean Shipping Company ovvero “compagnia di navigazione del Mediterraneo“. Questo nome è essenzialmente quello dell’azienda madre che possiede poi anche la divisione delle crociere.

La MSC infatti non si limita solo alle crociere ma possiede anche una divisione cargo molto importante, per il trasporto di merci via mare, e una divisione di traghetti tra cui il brand “Grandi Navi Veloci” che ha collegamenti con Sardegna, Sicilia, Albania, Spagna e tanti altri paesi.

Inoltre, ha anche una divisione di logistica che opera nella gestione del personale e delle operazioni in alcuni porti.

Di che nazionalità è MSC?

La MSC è un’azienda nata Italiana perché fondata a Napoli. Al momento però le sue operazioni sono basate in Svizzera, più precisamente a Ginevra.
Le basi operative, invece, si trovano anche a Napoli, Genova e Venezia.

Nonostante la compagnia non abbia sede in Italia, il suo cuore è certamente italiano e l’Italia è uno dei suoi mercati più importanti.

Con l’espansione del business e la crescita del numero di navi, MSC Crociere sta diventando un brand sempre più conosciuto e apprezzato sia Europa che in America.

Condividi l'articolo! Potrebbe essere utile ad un altro crocierista!

Lascia un commento